English (US) | Italiano

CLASSE NAVIGATORI

Classe Navigatori
La classe Navigatori era costituita da 12 unità navali iscritte nel Regio Registro Navale tra 1929 e il 1931.
Furono impostate e varate:
• n°4 nei Cantieri Navali del Quarnaro – Fiume, [il Nicolò Zeno; il Giovanni Da Verrazzano; l’Alvise Da Mosto e l’Antonio Pigafetta];
• n° 2 nei Cantieri Navali Riuniti – Ancona, [l’Emanuele Pessagno e il Nicoloso Da Recco];
• n° 2 Cantieri Navali del Tirreno – Riva Trigoso, [il Leone Pancaldo e l’Antonio da Noli];
• n° 2 nei Cantiere Ansaldo – Genova, [il Luca Tarigo e il Lanzerotto Maloncello];
• n° 2 nei Cantieri Navali Odero – Sestri Ponente, [l’Antoniotto Usodimare e l’Ugolino Vivaldi].
Furono riclassificate cacciatorpediniere nel 1938. e a meno del Da Recco e dell’Usodimare, subirono grandi lavori di trasformazione essenzialmente allo scafo al fine di migliorare le qualità nautiche.
Undici unità andarono perse durante il conflitto della II G.M. nell’ordine:
• 16 aprile 1941 il Luca Tarigo, affondò, durante una scorta ad un convoglio, dopo un violentissimo combattimento contro i cacciatorpediniere inglesi Janus, Jervis, Mohawk e Nubian, davanti alla costa tunisina tra il golfo di Hammamet e il golfo di Cables, a 500 metri a sud della boa n.3 delle secche di Kerkennah;
• 1 dicembre 1941 l’Alvise Da Mosto fu affondato a circa 45 mg a NW di Tripoli dai cacciatorpediniere della Forza K Aurora e Penelope;
• 29 maggio 1942 l’Emanuele Pessagno, durante una scorta ad un convoglio, colpito da una coppiola di siluri lanciati dal sommergibile inglese Turbolent a 310 miglia ad W. di Tripoli;
• 8 giugno 1942 l’Antoniotto Usodimare affondò a 20 miglia a N. di Cap Blanc in Tunisia colpito per errore da un siluro lanciato dal sommergibile italiano Alagi;
• Il 19 ottobre 1942 il Giovanni Da Verrazzano affondò tra Lampedusa e Pantelleria colpito da un siluro lanciato dal sommergibile inglese Unbending;
• 24 marzo 1943 il Lanzerotto Maloncello, durante una scorta ad un convoglio, urtò una mina affondando davanti alle coste della Tunisia a circa 28 miglia a N. di Capo Bon;
• 30 aprile 1943 il Leone Pancaldo, durante una scorta ad un convoglio, affondò davanti alle coste della Tunisia a 2 miglia a N. di Capo Bon colpito durante un bombardamento aereo;
• il 9 settembre 1943 il Nicolò Zeno si autoaffondò nella darsena dell’arsenale della Spezia
dove si trovava per urgenti lavori di bacino;
• 9 settembre 1943 l’Antonio da Noli urtò una mina, affondando nelle Bocche di Bonifacio, durante un combattimento contro natanti tedeschi davanti alle coste della Corsica a circa 5 miglia ad W. dal faro di Capo Pertusato;
• 10 settembre 1943 l’Ugolino Vivaldi durante un combattimento contro natanti tedeschi sottoposto ad un attacco aereo tedesco fu gravemente danneggiato da una bomba radioguidata Henscel Hs 293. Si autoaffondò a 50 miglia ad W. dall’isola dell’Asinara;
• 17 febbraio 1945 l’Antonio Pigafetta, fu affondato a Trieste da un bombardamento aereo come unità tedesca denominata TA 44. Era stata catturata l’8 settembre del 1943 a Fiume dove si era in sosta per lavori di ammodernamento e incorporata nella Kriegsmarine.
L’unica unità che sopravvisse alla guerra fu il Nicoloso Da Recco che come ultimo impiego nella MMI nel 1951 divenne nave Ammiraglia della I Divisione siluranti a Taranto. Fu radiata dai quadri del naviglio il 30 giugno 1954.



Navigators Class

Navigators Class was formed by 12 ships recorded in Royal Naval register from 1929 to 1931. They were laid down and launched:
• 4 by Quarnaro Naval Shipyards at Fiume (Nicolò Zeno, Giovanni da Verrazzano, Alvise Da Mosto and Antonio Pigafetta
• 2 by Joint Naval Shipyards at Ancona (Emanuele Pessagno and Nicoloso Da Recco)
• 2 by Tirrenian Naval Shipyards at Riva Trigoso (Leone Pancaldo and Antonio Da Noli)
• 2 by Ansaldo Shipyard at Genoa (Luca Tarigo and Lanzerotto Maloncello)
• 2 by Naval Shipyards Odero at Sestri Ponente (Antoniotto Usodimare and Ugolino Vivaldi)
They were reclassified destroyers in 1938 and, except Da Recco and Usodimare, refurbished mainly in the hull to improve nautical features.
Eleven ships were lost during WWII:
• on April 16 1941 ship Luca Tarigo sank, during a convoy escort, after a very hard clash against Britain destroyers Janus, Jervis, Mohawk and Nubian, in front of Tunisian coast between Hammamet and Cables Gulfs, off S 500 meters number three buoy of Kerkennah Banks;
• on December 1 1941 ship Alvise Da Mosto was sunk 45 miles NW off Tripoli by Force K Aurora and Penelope destroyers;
• on May 29 1942 ship Emanuele Pessagno, during a convoy escort, was torpedoed twice by Britain submarine Turbolent 310 miles W off Tripoli;
• on June 8 1942 ship Antoniotto Usodimare sank 20 miles N off Cap Blanc in Tunisia torpedoed, by mistake, by Italian submarine Alagi;
• on October 19 1942 ship Giovanni Da Verrazzano sank between Lampedusa and Pantelleria torpedoed by Britain submarine Unbending;
• on March 24 1943 ship Lanzerotto Maloncello, during a convoy escort, sank after striking a mine in front of Tunisian coast off 28 miles N Cap Bon;
• on April 30 1943 ship Leone Pancaldo, during a convoy escort, sank in front of Tunisian coast off 2 miles N Cap Bon, damaged by aircraft bombs;
• on September 9 1943 ship Nicolò Zeno scuttled in La Spezia shipyard where she was undergoing urgent dock works;
• on September 9 1943 ship Antonio Da Noli sank by a mine at Strait of Bonifacio, during a clash against German light ships in front of Corsica coast off 5 miles W Cape Pertusato lighthouse;
• on September 1943 ship Ugolino Vivaldi, during a clash against German light ships, was damaged by an aircraft radio-controlled bomb Henscel Hs 293. She scuttled off 50 miles W Asinara island;
• on February 1945 ship Antonio Pigafetta, named as German ship TA 44, was sunk in Trieste during aircraft bombing. She was captured on September 8 1943 in Fiume where she was for refurbishment and annexed to Kriegsmarine.
Ship Nicoloso Da Recco was the only ship to survive the war. Her last task in Italian Navy was to be the flag ship of the First torpedo-boat Division in Taranto. She was decommissioned on June 30 1954.

Lingua preferita

English (US) | Italiano

Immagine casuale

Google +1